PROGRAMMA CONCERTI OTTOBRE-DICEMBRE 2022


19/10/22 – Jazz Night – OPENING ACT

FRONTAL

Dan Kinzelman/sassofoni

Reinier Baas/chitarra

Simone Graziano/pianoforte

Gabriele Evangelista/contrabbasso

Stefano Tamborrino/batteria

Con oltre 60 concerti nel solo biennio 2014/2016, Frontal, quintetto guidato dal pianista fiorentino Simone Graziano, considerato oggi uno dei più interessanti compositori emersi recentemente nel panorama italiano, pur quanto inserito nel contesto jazz non può essere considerato un gruppo di individualità, bensì una vera e propria band, come nella migliore tradizione rock . Composto da alcuni tra i migliori talenti del jazz nostrano quali il contrabbassista Gabriele Evangelista e il batterista Stefano Tamborrino, e da altrettanti front-liners esteri, come l’eccezionale chitarrista olandese Reinier Baas e il sassofonista americano, ma ormai da tempo parte integrante della scena jazz italiana, Dan Kinzelman, entrambi voci originalissime dei rispettivi strumenti sul palcoscenico europeo, Frontal, dopo 10 anni di storia e 3 dischi all’attivo, non ha più nulla da dimostrare, ma va semplicemente ascoltato e celebrato, così come alla band viene orgogliosamente affidato il compito di inaugurare una nuova meravigliosa stagione del club di Siena, che si apre così sotto il segno della qualità musicale, propria di una delle band più rappresentative degli ultimi anni.


21/10/22 – Clubbin’ Friday

“Domanda Music Night” presenta:

Rosa Brunello 4tet

Francesco Fratini /tromba, elettronica

Enrico Terragnoli /chitarra, synth

Rosa Brunello /basso, contrabbasso, elettronica

Marco Frattini /batteria

Dopo il giro di concerti nei festival italiani ed europei in veste di sideman della leggendaria Dee Dee Bridgewater, l’eclettica bassista e contrabbassista veneta cambia latitudine stilistica presentando la sua ultima fatica discografica “Sounds Like Freedom” , uno dei progetti di punta della neonata Domanda Music . Con la supervisione del batterista Tommaso Cappellato, produttore dell’etichetta losangelina, e coadiuvata dal trombettista Yazz-Ahmed e dal visionario produttore egiziano Maurice Louca, il progetto è il risultato di improvvisazioni spontanee postprodotte con meticolosa cura, che fondono elementi acustici con l’elettronica, e suoni dal sapore mediorientale con il modern mainstream.
Rosa ha realizzato 5 dischi, 3 dei quali usciti per Cam Jazz, e tra le importanti collaborazioni con esponenti della scena jazz italiana, in questo contesto ritrova al suo fianco l’enorme esperienza del chitarrista Enrico Terragnoli e la freschezza di due giovani ma ormai consolidati musicisti come il batterista Marco Frattini e il trombettista Francesco Fratini.


25/10/22 – Jam&Session

opening band: Guglielmo Santimone Trio

Guglielmo Santimone/pianoforte

Francesco Tino/basso elettrico

Lorenzo Brilli/batteria

A continuazione della serata Jam-Session aperta
(Ingresso Libero)


27/10/22 – Jazz Night

Enrico Morello 4tet “Cyclic Signs”

Francesco Lento/tromba

Daniele Tittarelli/sax alto

Matteo Bortine/contrabbasso

Enrico Morello/batteria

Dopo aver messo a frutto prestigiose esperienze, tra le quali la militanza nel New Quartet di Enrico Rava, il giovane batterista romano Enrico Morello arriva all’esordio discografico in veste di leader nel 2021 con “Cyclic Signs” (Auand Records). Strumentista già in evidenza a partire dagli anni della formazione a Siena Jazz grazie alle sue spiccate doti tecniche ed espressive, con “Cyclic Signs” propone una scrittura complessa e ricercata, che mette in luce la sua naturale propensione alla sperimentazione pregna di una costante necessità di investigazione delle origini del ritmo e della sua matrice originaria, quella africana. L’arsenale a disposizione di Morello è rappresentato in questo contesto dall’indiscusso talento dei 3 musicisti che lo affiancano già da lungo tempo, tutti di area romana, rispettivamente Francesco Lento alla tromba, Daniele Tittarelli al sax alto e Matteo Bortone al contrabbasso, con i quali ha suonato nell’ambito di festival italiani ed internazionali ed ora, per la prima volta anche nella dimensione più intima del club.


28/10/22 – Clubbin’ Friday

Miriam Fornari “MORA”

Miriam Fornari/voce, piano, synth

Ruggero Fornari/chitarra

Joe Rehmer/basso elettrico, voce

Evita Polidoro/batteria, drum-machine, voce

“Mora” è il primo lavoro discografico della pianista Miriam Fornari, classe ‘95 e formatasi artisticamente presso l’Accademia del Jazz di Siena, che sintetizza le idee compositive legate alle sonorità contemporanee tramite l’utilizzo di elettronica.
Registrato nel 2021 e prossimo alla pubblicazione, il progetto si sviluppa attraverso la commistione di cori, sintetizzatori e drum-machine che si alternano al timbro acustico del pianoforte e al suono elettrico della chitarra, creando un quadro musicale ricco di sfumature. Con lei troviamo il chitarrista Ruggero Fornari e il bassista americano Joe Rehmer, ormai da tempo solido riferimento della scena nostrana, così come l’astro nascente della batteria jazz al femminile, Evita Polidoro, tutti e 3 al contempo componenti sia della sezione ritmica che, assieme alla leader, parte integrante della
progettualità vocale della band.


03/11/22 – Jazz Night

Michele Tino 4tet “Belle Epoque”

Michele Tino /sax alto e tenore

Simone Graziano/piano, Fender rhodes, synths

Gabriele Evangelista/contrabbasso

Bernardo Guerra /batteria

Classe ‘91 e fiorentino d’adozione, Michele Tino rientra oggi a pieno titolo nella lista dei sassofonisti dell’ultima generazione affermatisi sulla scena jazz italiana. Forte di una preparazione ottenuta studiando tra Italia, Olanda e Stati Uniti, così come con vere e proprie icone del sax, tra i quali Bobby Watson, Lee Konitz, Mark Turner, Miguel Zenon e Steve Lehman, Michele Tino porta a maturazione il suo quartetto con “Belle Epoque”, disco d’esordio che esce per Auand nel 2021. La matrice squisitamente post-bop viene interpretata con maestria dai 3 musicisti toscani che lo affiancano in questo progetto, anch’essi appena trentenni e tra i più richiesti strumentisti del panorama odierno, che anche grazie alle numerose
collaborazioni incrociate nelle rispettive band, conferiscono all’organico un solido interplay e dialogo costante.


04/11/22 – Clubbin’ Friday

Riviera Soul

Shalka Manì/voce, elettronica

Domenico Sanna/Fender rhodes, bass-synth, elettronica

Giovanni Iacovella/batteria, elettronica

Domenico Sanna, pianista jazz dalle molteplici peculiarità e tra i più richiesti in Italia, ha collaborato con musicisti di fama internazionale come tra gli altri Dave Liebman, Bill Stewart, Peter Bernstein, Joe Lovano, Jeff Ballard, Lenny Grenadier e Dayna Stephens, già bandleader di “Brooklyn Beat” (trio completato da Ameen Saleem e Dana Hawkins), in questa occasione porta al Tubo un progetto fondato sulle contaminazioni nu-soul, electro jazz e R&B, dove suono e incastri armonici del rhodes supportato dai bassi synth sono i protagonisti. Al suo fianco la voce di Shalka Manì, cantante potente e poliedrica dal cuore afro-rap-soul, una delle voci dello storico gruppo Babyra Soul, pioniere del nu-soul italiano di fine anni 90, mentre il ritmo propulsivo del trio è affidato alla batteria del giovane e talentuoso creatore di groove e drum beats contemporanei, Giovanni Iacovella. Il trio interamente composto da musicisti di area romana, è un’esplosione sonora per tutti gli appassionati di black-music in generale,e in particolare per chi ama il genere soul ma apprezza anche la musica improvvisata.


08/11/22 – Jam&Session

opening band: Fiorucci/Strangio Duo

Noemi Fiorucci/voce, elettronica

Davide Strangio/chitarra

A continuazione della serata Jam-Session aperta
(Ingresso Libero)


11/11/22 – Clubbin’ Friday

Battaglia&Brunello “A Songs Has A 1000 Years”

Camilla Battaglia/voce&live electronics

Rosa Amalia Brunello/basso, contrabbasso, live electronics

Produzione tutta al femminile ed under 35 “A song has a thousand years” è un insieme di suoni ancestrali delle origini, intreccio di tradizioni ed esplorazioni in un repertorio di canzoni ripescate nella memoria di 2 musiciste che collaborano nella musica come nella vita. Camilla Battaglia, 2 volte figlia d’arte e proveniente dalla scuderia di Siena Jazz, e Rosa Amalia Brunello, bassista co-leader di E.R.Z. e Los Fermentos, 2 tra le più interessanti musiciste della nuova onda jazz italiana e già accreditate a livello internazionale, si sono spesso incrociate per sbaglio, ma si sono incontrate musicalmente nella primavera del 2017 a Berlino e insieme hanno scelto di esplorare la musica senza limiti di genere o direzione. La canzone che ha 1000 anni incorpora un repertorio che non si identifica mai nella scelta dei singoli brani, che arrivano da tradizioni o paesi lontani, ma nell’intenzione univoca che si sprigiona naturalmente nella performance di un duo a cui difficilmente si può affibbiare un’etichetta.


17/11/22 – Jazz Night

Roberts/Vignato “Ghost Dance”

Hank Roberts/violoncello, voce

Filippo Vignato/trombone

Un incontro speciale tra il leggendario violoncellista americano Hank Roberts ed il talento del trombone italiano Filippo Vignato. Il primo considerato uno degli esponenti più originali del proprio strumento nel mondo della musica improvvisata, e noto per le importanti collaborazioni con Tim Berne, Marc Ribot , John Zorn, e soprattutto da lunga data al fianco dell’iconico chitarrista Bill Frisell, e Vignato, già vincitore del premio “Top Jazz” 2016 di Musica Jazz come miglior nuovo talento, grazie ad una profonda intesa musicale hanno deciso di collaborare anchenell’intimo format del duo. Entrambi hanno fatto della libertà creativa e del superamento dei confini di genere un tratto saliente della proprio universo musicale e con “Ghost Dance”, album che esce nel 2019 per CamJazz, fondono e rimescolano i loro unici suoni reinventando di continuo ruoli e gesti musicali, passando agilmente dalla libera improvvisazione a folk songs fino alla musica contemporanea ed oltre.